Go to Top

Home Staging & Virtual Home Staging

Render Immobiliare Roma SMF Real Estate (23)

HOME STAGING

L’home staging è un attività/professione che prende vita negli Stati Uniti negli anni ’80 e che giunge nel nostro paese intorno al 2009 .Lo scopo è quello di agevolare la commercializzazione di immobili di qualsiasi tipologia attraverso tecniche di recupero, design creativo, allestimento e marketing immobiliare, applicate agli spazi interni ed esterni, completa “l’opera” un servizio fotografico d’effetto utilizzando strumenti dedicati al fine di fornire quante più informazioni al cliente in termini di spazi e soluzioni mantenendo un alto livello d’impatto visivo.
Negli ultimi anni questo tipo di strumento ha totalmente rivoluzionato il marketing immobiliare in termini di qualità e di funzionalità (i parametri di vendita e di permanenza ridotta degli annunci sui portali e nelle agenzie parlano chiaro), molte realtà immobiliari (costruttori e agenzie) si affidano oggi a professionisti di questo settore.

Di seguito un esempio di home staging fotografico su gentile concessione di nostri collaboratori di Venduta a Prima Vista Home Staging di Milano

 

VIRTUAL HOME STAGING

Questo strumento eccezionale ha però dei limiti legati alla realtà. Cosa vuol dire?
Per intenderci i limiti principali sono 3:

1) L’immobile, spazio esterno o spazio commerciale da allestire devono essere esistenti e in buone condizioni strutturali
2) L’allestimento consente un numero limitato di soluzioni visibili in termini di gestione degli spazi
3) L’home staging consente di vedere l’allestimento solo nello stato di fatto dell’immobile

In questo caso entra in gioco quello che definiamo Virtual Home Staging, ovvero elaborazioni di Render fotorealistici, che possono ovviare a queste 3 problematiche avendo come risultato delle immagini d’impatto che possano fornire tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno in termini di spazio, allestimento ed impatto visivo.

Di seguito dei render per servizio di virtual home staging 

Vediamo nel dettaglio:

1) Gli immobili o gli ambienti commerciali per poter essere allestiti devono essere esistenti e in buone condizioni strutturali. Molto spesso costruttori ed agenzie vendono su carta o in corso d’opera, il che rende impossibile avere materiale fotografico di qualità che sia accattivante per un buon annuncio e che allo stesso tempo dia modo al cliente di farsi un idea su come sia la vivibilità degli ambienti e degli spazi

2) L’allestimento consente un numero limitato di soluzioni visibili. Potrebbe essere esigenza del cliente la possibilità di poter visionare l’immobile o gli ambienti con diverse e più soluzioni in termini di gestione dello spazio, arredi, dislocazione ecc. Dovendo far fronte ad una tale esigenza allestendo realmente gli spazi ciò avrebbe delle conseguenze in termini di costi e tempistiche facilmente abbattibili ricorrendo a dei render e quindi a un home staging virtuale
3) L’home staging consente di vedere l’allestimento solo nello stato di fatto dell’immobile. Ulteriore esigenza potrebbe essere quella di poter/voler prendere visione di un
immobile, dei suoi spazi e delle possibilità che può offrirci in termini di arredo e allestimento, ma prendendo in considerazione l’ipotesi di apportare alcune varianti allo stato di fatto dello stesso. Potrebbe quindi essere possibile, attraverso l’home staging vistuale, poter fornire al cliente delle immagini degli ambienti allestiti considerando non lo stato di fatto bensì un post operam. Avremmo la possibilità di vedere l’immobile, i suoi spazi e la sua vivibilità mostrandolo dopo degli ipotetici lavori di ristrutturazione, prima ancora che quest’ultimi avvengano con enorme risparmio in termini di costi, tempi e possibili errori che spesso emergono solo in corso d’opera o ad opera conclusa.